Usato: Canon Fotocamera DSLR EOS 700Da Cooled PLL

Usati

Reflex modificata per astronomia da PrimaLuce Lab con doppia cella di Peltier.
Condizioni perfette!

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è più disponibile

950,00 €

-796,00 €

1 746,00 €

Paga in tutta sicurezza grazie a PayPal!
Paga in tutta sicurezza grazie a PayPal!

Aggiungi alla lista dei desideri

Dettagli

Reflex modificata per astronomia da PrimaLuce Lab con doppia cella di Peltier.
Condizioni perfette!

La potenza di una camera CCD raffreddata unita alla praticità d'uso della reflex, il tutto in un unico prodotto che consente di registrare eccezionali immagini del profondo cielo (ma anche dei pianeti e Luna!), perfettamente utilizzabile anche senza un computer di controllo! La nostra camera è la soluzione perfetta per chi vuole registrare fantastiche immagini senza troppe complicazioni!

Sistema di raffreddamento con cella di Peltier che riduce drasticamente il rumore della camera per pose molto lunghe, filtro astronomico modificato posto davanti al sensore per una maggiore sensibilità soprattutto nelle lunghezze d'onda del rosso e quindi nell'importantissima riga dell'H-alfa, sistema anticondensa del filtro anteriore e utilizzo senza batteria (alimentazione fornita via cavo dal sistema di raffreddamento).

Il grande display touchscreen unito all'elettronica di controllo del sistema di raffreddamento che si comanda direttamente con i tasti a sfioramento posti sulla camera la rendono facile da usare e funzionante al 100% anche senza utilizzare un computer di controllo esterno.

Sistema di raffreddamento del sensore con doppia cella di Peltier: La fotografia astronomica di oggetti deboli come galassie, nebulose o ammassi stellari richiede tempi di posa lunghi, solitamente di molti minuti. Quando utilizziamo una camera non raffreddata per tale applicazione, è possibile notare un forte rumore elettronico che rovina le pose impedendoci di registrare e vedere chiaramente i dettagli più deboli. Per risolvere questo problema la nostra camera utilizza un sistema di raffreddamento con doppia cella di Peltier in grado di abbassare e mantenere costante la temperatura del sensore, fino a -27°C rispetto alla temperatura ambientale!

Posizionato posteriormente alla camera per mantenere un ottimo bilanciamento del peso, il sistema di raffreddamento presenta un display che mostra la temperatura attuale del sensore, la temperatura che vogliamo raggiungere, la velocità relativa della ventola di raffreddamento (che non introduce vibrazioni) e l'intensità del sistema antiappannamento del filtro anteriore. Appositi tasti a sfioramento vi consentono di regolare tutti i parametri per impostare la camera come preferite. La regolazione della temperatura è assoluta quindi il sensore lavorerà alla stessa temperatura tutta la notte consentendovi di registrare (se volete) i dark frame quando preferite!

Sistema anticondensa del filtro anteriore: Il raffreddamento del sensore richiede attenzione in quanto può portare all'appannamento del filtro posto anteriormente al sensore stesso. Per tale ragione la nostra camera utilizza un apposito sistema anticondensa che riscalda solo il filtro anteriore (e non il sensore!) consentendovi di evitare questo fastidioso problema. Il sistema anticondensa può essere comandato e regolato utilizzando gli stessi tasti che regolano il sistema di raffreddamento. E' possibile regolare la potenza del riscaldamento in 5 livelli per adattarsi al meglio alle condizioni di umidità dell'aria (1 = riscaldamento minimo; 5 = riscaldamento massimo).

Sensore APS-C di grandi dimensioni: Il vantaggio principale dell'utilizzo delle reflex digitali rispetto alle camere CCD dedicate per astronomia è quello di avere a disposizione un sensore di grandi dimensioni, superiori a quello di camere CCD di prezzo comparabile. A destra trovare un confronto delle dimensioni del sensore della nostra camera (in rosso) con i sensori Sony e Kodak installati su molte camere CCD per astronomia, come le Atik (in blu). Come riferimento abbiamo riportato anche la dimensione di un sensore Full Frame che corrisponde anche a quello delle vecchie pellicole fotografiche. Notate come il sensore della nostra camera è molto più grande rispetto agli altri: l'utilizzo del sistema di raffreddamento vi consente di avere una camera raffreddata ad un costo inferiore rispetto a quello delle camere CCD per astronomia con sensori di dimensioni simili!

Filtro modificato per una maggiore sensibilità: Per mantenere un corretto bilanciamento cromatico nelle foto diurne, le reflex digitali utilizzano un filtro posto davanti al sensore non del tutto trasparente soprattutto alle lunghezze d'onda maggiori corrispondenti al rosso. Nell'applicazione astronomica questo è un problema in quanto la più importante riga di emissione, quella dell'H-alfa (emessa da tantissime nebulose ad esempio) si trova proprio nel rosso. La nostra nostra camera sostituisce il filtro originale con un modello progettato appositamente per l'astrofotografia aumentando la sensibilità della camera e consentendovi di riprendere immagini più luminose. Il grafico a destra confronta la trasmissività del filtro modificato installato sulla camera (curva in rosso) con quello originale della camera (curva in blu). Per riferimento abbiamo riportato in verde anche la posizione della riga dell'H-alfa. Potete vedere come da 550nm circa il filtro originale diminuisce la trasmissività mentre il nostro filtro modificato lascia passare tutta la luce fino a 700nm, quindi consente di registrare meglio tutti i dettagli deboli di colore rosso. La differenza è enorme considerando la riga dell'H-alfa dove il filtro originale ha una trasmissività di circa il 30% mentre quello modificato ha una trasmissività del 98% circa. La nostra camera, rispetto alla camera originale, quindi non solo ha un rumore elettronico molto più basso ma è anche più sensibile.

Alimentazione senza batteria con adattatore dedicato: Uno dei limiti dell'utilizzo delle reflex digitali in astrofotografia è quello della durata della batteria. Quando si lavora a basse temperature l'efficienza delle batterie ricaricabili diminuisce notevolmente e non è improbabile rimanere senza alimentazione nel mezzo di una posa! Per tale ragione la nostra camera presenta, nella parte inferiore, vicino alla presa 12V che alimenta i sistemi di raffreddamento e anticonsensa, un'uscita 7,4V. Basta collegare a questa presa l'adattatore fornito di serie e inserire l'altro lato nel vano portabatteria della reflex digitale. In questo modo il singolo alimentatore 12V (5 Ampere) alimenta sia la camera che il sistema di raffreddamento: potrete essere sicuri di poter riprendere fotografie tutta la notte!

30 altri prodotti della stessa categoria: